REA SI RIPRENDE LA VETTA – HONDA È TORNATA!? – POST GP ARAGON WSBK

GARA 2 – REA RITORNA IN TESTA

Si lo so. Cosa c’entra l’immagine della CBR1000RR-R in copertina ⁉️ Tutto Signore e Signori.

È la mia personale dedica alla casa costruttrice più imponente al Mondo, senza se e senza ma. Per troppi anni in modalità “stand by” nel World SBK, idea mia questa categoria ha bisogno del gigante dormiente.

Si è svegliato⁉️👀👀👀👀

La gara è stata un assolo mozzafiato di Rea che ha salutato tutti in partenza, salvo fare un errore a 4 giri dal termine e dare l’illusione al buon Chaz che la partita fosse riaperta.

Vince la gara e si riporta in testa al Mondiale.

Indietro succede di tutto, in lotta serrata per il podio Davies, Bautista e Redding. In ombra il Campione Nazionale BSB che non riesce a stare al passo del sindaco di Aragon.

Chiude in 5^ piazza Rinaldi, ormai una certezza nel Team Ducati ripercorrendo le orme di Xavi Fores in Barni. Soltanto 6° Van Der Mark mentre dal 7° al 8° posto abbiamo assistito ad una lotta furiosa tra 6 Piloti.

La spunta nientemeno che Leon Haslam su Lowes, Razgatioglu e compagnia cantante.

Si ferma per un problema tecnico, nonostante mai in partita, la V4 di Melandri.

Classifica Mondiale

Rea 1️⃣8️⃣9️⃣ Redding 1️⃣7️⃣9️⃣

Classifica Mondiale Top10 –
Classifica Mondiale Piloti Indipendenti. In testa Michael Rinaldi seguito da Loris Baz

 

P.S. Rea sale a 95 vittorie in carriera nel Mondiale SBK, manca ormai poco…⬇️⬇️⬇️

Mancano 5 vittorie  per un traguardo storico nel Mondiale SBK e nel Motorsport.

 

SUPERPOLE RACE

 Un autentico miracolo quello di Jonnhy. Vincere ad Aragon, contro la V4 di Redding, era un miraggio. Nella contea di Davies (una volta), di Bautista (lo scorso anno tripletta), di Redding…. Rea riesce a vincere la Superpole Race.

Vittoria senza se e senza ma, sudata e sofferta. Solamente Baz ha impensierito Jonnhy al primo giro, poi monologo del Campione del Mondo.

Chiude al 2° posto il Campione Nazionale BSB Redding mentre sale sul podio Van der Mark.

Pericolosissimo incidente di gara tra Sykes e Mercado, onestamente (dal divano di casa) Tom ha più di una colpa…

4° posto incredibile per un ritrovato Alvaro Bautista, che step by step prova a portare la Fireblade sul posto dove merita.

Rea guadagna punti e si porta a sole 2 lunghezze da Redding.

Classifica Mondiale aggiornata alla SP Race.

Sarà una Gara 2 al cardiopalma… A tra poco✊💨💨💨

 

 

 

ARAGON GP- GARA 1

Trionfa Scott Redding. Un successo senza discussione. Ha messo alle corde il Campione del Mondo portandolo a sbagliare, a 4 giri dalla fine, andandosi a prendere un vittoria meritatissima.

Rinasce sulla sua pista il Sindaco di Aragon. Chaz Davies si prende la seconda piazza, togliendo 4 punti che in un Mondiale così tirato potranno essere importantissimi.

Sul gradino più basso del in podio sale Rea, autore di una gara altrettanto spettacolare. Ha guidato la sua Ninja come se fosse un cavallo imbizzarrito rischiando di stendersi in un paio di curve. Ha chiesto tanto alla sua moto ed ha ottenuto il massimo.

Ottima la 4^ posizione di Michael Rinaldi, sempre più convincente sulla V4 di GoEleven ed ancora una volta primo degli indipendente davanti ad un ritrovato Xavi Fores sulla ZX10-RR di Puccetti, lo spagnolo chiude gara 1 in 8^ posizione.

Cade purtroppo Alex Lowes, mentre era in lotta per il podio perdendo punti preziosi in ottica Campionato.

Sottotono la prestazione delle Yamaha, seppur portando tutte le moto in TOP10. Il ViceCampione del Mondo Supersport 2019 Caricasulo chiude in 9^ piazza.

In netto ritardo ancora la Fireblade (RRR…mettiamone un’altra dai…R). La Honda è un cantiere aperto avendo però tra le mani un gioiellino (vedi BSB).  Bautista si stende nuovamente mentre Haslam chiude in P10.

A punti Marco Melandri che ancora non riesce a sfruttare al meglio il potenziale della V4. Per lui la 14^piazza, a 14″ dall’altra V4 di Barrier e addirittura 24″ da quella di Mercado. Troppo per un Pilota del suo calibro (Non me ne vogliano Sylvain e Leandro).

Nel Mondiale torna a comandare Scott…

Domani SP Race e Race 2.

Ancora più combattute…

Saluti, Francky.

0