Archivi categoria: Storia

1934.08.15 L’infinito talento di Guillame Laurent

 Intro
“…il pilota più straordinario che ci sia mai stato”
Richard Frankenberg – “Die grossen Fahrer von einst” (Motorbuch Verlag, Stuttgart, 1967)

Poco prima della corsia di rientro dei box.
Pochi metri e l’Alfa Romeo di Achille è per l’ennesima volta nel mirino.
Achille Varzi conosce bene il suo compagno di scuderia.
E il suo principale avversario.
Perché la verità, l’unica inconfutabile verità nel mondo delle corse è che il primo fra i tuoi avversari è il tuo compagno di scuderia.

Continua la lettura di 1934.08.15 L’infinito talento di Guillame Laurent

20 mai più 20? Ai posteri l’ardua sentenza……..

Riecheggia ancora nella nostra mente l’eco del weekend di gara a Monza e penso a quella domenica di Settembre 1979 in cui Gilles guardò le spalle a Jody aiutandolo a mettere in cassaforte un WDC col quale il Drake di fatto vinceva la sua scommessa con Sua Santità, reo di essersene andato alla corte di Ecclestone 2 anni prima per poi non riuscire a difendere il suo WDC nel 1978 (e, addirittura, non salir mai sul podio nel 1979). Dopo quella bandiera a scacchi Gilles dichiarò che avrebbe fatto suo il WDC nel 1980 quando invece, nonostante si sarebbe prodotto in acrobazie sempre più leggendarie, finì per vivere la peggior stagione di sempre della storia Ferrari con 0 podi e due quinti posti come migliori (sic) risultati stagionali.

Continua la lettura di 20 mai più 20? Ai posteri l’ardua sentenza……..

GREEN HELL….FIVE LAPS IN ONE LAP

Nordschleife…quel circuito che ti fa dubitare di te stesso…quel luogo, dove ogni volta, prima di andarci a girare, sei li che ti chiedi che senso ha…quel luogo, dove pensi se riuscirai ad andare sempre più veloce, ma senza sbattere….quel luogo, che una volta che ci entri, ti diventa come una droga….quel luogo, dove si alza la sbarra e sei tu contro ogni singola curva, da far più veloce e meglio….stare sempre meno a fare quei 19100 metri….ed ogni giro…volerne fare un’altro…e un’altro ancora….

Continua la lettura di GREEN HELL….FIVE LAPS IN ONE LAP

Amanda e la capra

C’è un giochino perverso che mette il concorrente di fronte a tre porte.
Dietro una delle tre porte c’è una bionda mozzafiato; dietro ognuna delle altre due, una capra.
Una volta operata la scelta, il presentatore, con un pizzico di malvagità, apre una delle due porte che non sono state scelte.
Una porta che cela, ovviamente, una capra.
Ora il concorrente sa che dietro le due porte rimaste (una delle quali era la sua prima scelta) c’è rispettivamente Amanda Seyfried, e il simpatico esponente del genere Caprini, famiglia dei Bovidi.
Che rumina.

Continua la lettura di Amanda e la capra

“It was forty years ago today…”

Parafrasando i più Grandi, per il più Grande di sempre.
Oggi, 40 anni fa, la Formula 1 diventava un fenomeno planetario.
Checchè ne possa dire qualcuno, sono fatti non opinioni personali.
E questo grazie all’evento sfortunato che colpì l’Immenso, l’Immane, il Sovrumano che per il dottore che lo accolse a Mannheim (intervista di ieri 31 luglio) aveva il 99,9% di possibilità di non uscire più dall’ospedale, o meglio uscire in orizzontale così come ci era entrato.
E’ l’unico, insieme a Villeneuve per altre ragioni, che avrebbe potuto tranquillamente competere e trionfare nell’Era dei Titani.
Il dopo è nulla.

Niki Lauda in the Ferrari 312T2, German Grand Prix, Nuerburgring 1976, Nuerburgring, Germany, 01 August 1976. (Photo by Rainer W. Schlegelmilch/Getty Images)
Niki Lauda in the Ferrari 312T2, German Grand Prix, Nuerburgring 1976, Nuerburgring, Germany, 01 August 1976. (Photo by Rainer W. Schlegelmilch/Getty Images)