“BENTORNANDO” ALONSO

E’ FATTA……Nando ritorna con un contratto triennale vestendosi di giallo francese per la terza volta.

Contratto triennale: uno per togliersi la ruggine e gli ulteriori due per puntare a qualcosa di migliore con il cambio regolamentare del 2022.

Non è la prima volta è vero, perchè di rientri eccellenti ne abbiam visti diversi in tanti anni di F1: Lauda Prost, Mansell, Schumacher, Kimi.

Mi approprio di questo spazio pubblico per esprimere la mia personalissima opinione: Nando, hai fatto benissimo!!!

Perché? Perché apprezzo coloro che, pur potendo starsene con la pancia al sole a godersi i milioni di dollari accumulati, si buttano nella mischia col rischio di prenderle dai ragazzini terribili del proprio tempo. E stavolta ce ne sono eccome se ce ne sono.

Quando rientri con un progetto che, nella migliore delle ipotesi, oggi è da mezza classifica. dopo aver provato a schiacciarti sui muri di Indianapolis, dopo aver fatto nottate nel Wec, dopo aver provato a battere Dibiasi con i tripli carpiati rovesciati alla Dakar mentre potevi startene a guardar Netflix su uno Yacht a Dubai, bè allora questa è davvero solo passione: quindi complimenti e grande rispetto.

Naturalmente ci son già coloro che storcono il naso sottolineando l’ennesima scelta sbagliata per via del team, per via del fatto che la sua ex McLaren ha ritrovato uno smalto diverso e che dal prossimo anno monterà la “Pauer iunit” migliore dell’era ibrida. Ma chissenefrega… Nando è tornato e sicuramente merita di star la dentro oltre i 40 anni suonati più di tanti altri che oggi ci sono, e non per diritto acquisito in virtù dei titoli e delle gare vinte, ma esclusivamente per talento e grinta.

Eh si, quella grinta che a Nando non ha mai fatto difetto e che spesso gli ha permesso di sopperire alle lacune delle monoposto che ha guidato, perché questo è indubbio ed incontrovertibile. Ci darà spettacolo a prescindere, statene certi.

Ci vedo molte affinità con i rientri del Kaiser ma ancor di più con quello di Kimi. Tutti e tre sono andati a cercarsi il brivido anche da esodati o pensionati e poi son tornati per il gusto di esserci, senza alcuna certezza di vittoria. Dietro al rientro di Schumacher c’erano una montagna di altre motivazioni che nei casi di Kimi e Fernando non ci sono: qui è solo voglia di esserci senza condizionamento alcuno.

(immagine tratta da Ultimogiro.it)

L’ultimo podio risale al 2014 in Cina mentre l’ultima vittoria è di Barcellona 2013 sempre in rosso padano.  L’augurio è che possa battere il record del finnico di tempo tra una vittoria e l’altra.

(Immagine di F1World)

Il dubbio più grande? Abiteboul sarà in grado di gestirlo? Dovessi scegliere tra i due non mi porrei il più piccolo dubbio.

BentorNANDO ALONSO.

 

(immagine in evidenza tratta da motorbox)

 

Salvatore Valerioti

2+